… in condizioni ideali.

In condizioni ottimali, ovvero nella possibilità di consumare un primo con un po’ di secondo a pranzo e un secondo con un po’ di pane a cena, la seguente potrebbe essere una buona distribuzione dei pasti, considerando che accanto al primo e al secondo, ogni pasto andrebbe accompagnato con una corretta quantità d’olio extravergine d’oliva oppure con qualche fonte di olio vegetale quali olive o frutta secca, che avranno anche una quantità impensabile di calorie ma sono soprattutto portatori di grandi quantità di antiossidanti in grado di proteggere le arterie ed il cuore. Circa la scelta dei primi si consiglia vivamente il ricorso a prodotti integrali oppure a equivalenti meno industriali quali orzo, farro e kamut, con almeno un paio di minestroni alla settimana per incrementare il consumo di fibre.

Lunedì

Pranzo:

Pasta integrale al pomodoro

Petto di pollo ai ferri o al vapore

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Mozzarella Light

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 Martedì

Pranzo:

Riso integrale all’olio

Sogliola, nasello, orata, palombo o branzino lessato o al forno

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Carpaccio di vitello

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 Mercoledì

Pranzo:

Farro oppure orzo

Bresaola

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Minestrone

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 Giovedì

Pranzo:

Pasta integrale all’olio

Vitello ai ferri o al vapore

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Tonno

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 Venerdì

Pranzo:

Riso integrale all’olio

Sogliola, nasello, orata, palombo o branzino lessato o al forno

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Uova

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 Sabato

Pranzo:

Minestrone

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Pizza (e si potrà mica stare sempre a stecchetto…)

Domenica

Pranzo:

Gnocchi oppure primo a piacere in dose più domenicali (vedi commento alla pizza del sabato sera)

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

Cena:

Hamburger di vitello magro ai ferri o al vapore oppure pesce magro ai ferri o al vapore

Pane integrale

Verdura di stagione

Frutta fresca di stagione se non consumata come spuntino

Acqua in quantità

 

A ciò, ripetiamo a favore della memorizzazione (ah quanto sono noiosi i dietologi al giorno d’oggi) si aggiunga sicuramente ad ogni pasto una abbondante porzione di verdura e una porzione di frutta, nel caso in cui non la si assumesse come spuntino.

Tutto ciò nel caso in cui fosse possibile disporre al meglio dei propri pranzi. Viceversa, se a pranzo non fosse possibile organizzarsi in questo modo, a mal partito si potrà ribaltare quest’ultima disposizione: un po’ di pane a pranzo e un primo ben più contenuto rispetto alla metà di un piatto comune a cena, secondo quando riportato a questo indirizzo.