Il peso ideale rappresenta la fantachimera di tutti i dimagranti di tutti i tempi, ovvero il numero magico che tanto ha fatto, fa e farà soffrire quanti scoprono o decidono di non essere adeguatamente in forma. Ma è proprio il caso?

Quale che sia l’entità del sovrappeso, il fatto di prefigurarsi un obbiettivo numerico rischia di trasformare una tranquilla passeggiata non competitiva, in una vera e propria impresa agonistica in cui esistono solo due possibilità: l’arrivo al traguardo o l’abbandono prima del termine.

Pertanto: a cosa serve fissarsi un punto d’arrivo, se non a recriminare per il tempo che ci si mette a raggiungerlo e rammaricarsi per la lentezza con cui i chili scendono? Situazione assolutamente differente ponendosi un altro numero quale punto di riferimento, ovvero quello del peso da cui si parte: in questo caso sì, che anche il più piccolo risultato restituirà gioia e soddisfazione.

Meglio pertanto pensare al peso di partenza piuttosto che al peso a cui arrivare perché in questo modo si potrà esultare veramente per ogni chilo perso senza subire la tentazione di penare pensando ai chili mancanti.

La ricetta di questa settimana è: 

Quando mi guardo allo specchio penso che assomiglio ad una balena.”

“Quando mi guardo allo specchio penso che devo mettercela tutta per smettere di assomigliare ad una balena.

Tutti i contenuti presenti nei “Buona settimana” sono presenti sul sito www.antoniolice.it, dove possono essere consultati comodamente.

C’è una ricetta leggera, un consiglio per cucinare saporito ma con poche calorie, un pensiero o un’intuizione interessante e che potrebbe essere utile anche ad altre persone: perchè non condividerla? 

Il dr Lice può essere contattato in qualsiasi momento per qualsiasi dubbio, necessità, difficoltà, consiglio da dare o da ricevere telefonicamente al numero 368.3231411, via mail all’indirizzo [email protected] e, per gli utenti di Whatsapp, anche attraverso questo canale.