Siamo abituati a considerare i risultati che otteniamo alla luce delle aspettative… eppure non sarebbe meglio se ce li gustassimo per quello che sono senza passarli a tutti i costi attraverso il tritacarne delle nostre attese? Io direi di sì: molto ma molto meglio.

Abbiamo perso mezzo chilo? Ma dedichiamoci una ola come se ne avessimo persi tre! È mezzo chilo in meno, se non ce ne fossimo accorti, mica in più. Ci abbiamo verosimilmente messo l’anima per perdere peso: perché amareggiarci solo perché ci aspettavamo di perderne di più?

Ogni etto perso deve essere accolto con la gioia e la soddisfazione che riserveremmo a perdite più corpose, nell’allegra consapevolezza che quell’etto ce lo siamo tolti di torno e che si dimagrisce benissimo anche e soprattutto con piacevole serenità.

La ricetta di questa settimana è: 

“Non posso resistere alla tentazione perché sono cosciente di non avere assolutamente forza di volontà. “

“Questa è bella mi accuso prima di partire… in ogni caso terrò presente le mie difficoltà e non mi aspetterò che i problemi scompaiano senza che io ci metta del mio. Ed io intendo mettercelo.

Dr Lice

Dietologo in Vimercate, Concorezzo e Monza